Colloquio di lavoro : 10 consigli per affrontarlo al meglio

Quante di noi, alle soglie di un colloquio di lavoro, sono state colte da attacchi di ansia o di panico? Quasi tutte.

Eh si, presentarsi per un eventuale lavoro può comportare uno stress mentale non da poco. Pur preparate, l’autostima in questi casi può non essere sufficiente.

Si perché se il curriculum è servito per ottenere il colloquio, per essere assunto non è sufficiente.

Devi convincere, piacere, arrivare al punto. E inoltre non è assolutamente detto che si risolva in un unico colloquio, molte aziende di grandi dimensioni prevedono un iter alquanto lungo per decidere sull’eventuale assunzione.

E allora come superare un colloquio di lavoro indenne?

Ecco alcuni consigli da tenere bene a mente per il tuo colloquio:

  1. Presentati pulita e profumata, ma non eccessivamente. Attenzione all’alito e ad altri eventuali cattivi odori, come il sudore. Piuttosto, qualora tu soffra di tali problemi, prendi provvedimenti per tempo. Non truccarti eccessivamente, niente ombretti appariscenti o chili di fondotinta, punta sempre sulla finezza e sull’eleganza.
  2. Vestiti in maniera adeguata. Non è detto che tu debba metterti un tailleur, ma i vestiti comunque devono essere puliti e stirati. L’abbigliamento dovrà essere adeguato al tipo di azienda presso la quale effettuerai il colloquio.
  3. Assicurati di avere con te il tuo curriculum e tutti i documenti necessari.
  4. colloquio di lavoro 10 consigli per affrontarlo al meglioMemorizza il nome e il cognome del tuo interlocutore e fai in modo di presentarti puntuale, meglio un po’ in anticipo che in ritardo.
  5. Evita di farti accompagnare, risulteresti poco professionale e indipendente. Dimostra di essere una donna autonoma. Ricorda di spegnere il cellulare o di metterlo in modalità silenziosa.
  6. Cerca di rilassarti il più possibile: una tisana, fiori di bach, una bella fetta di torta. Qualsiasi cosa ti rilassi, escludendo l’assunzione di alcool o droghe, falla.
  7. Fai attenzione alla stretta di mano, bella vigorosa, niente mano moscia. Siediti in maniera composta, inclinati verso il tuo interlocutore. Mantieni un tono di voce chiaro, tranquillo e regolare, e non giocherellare con capelli o oggetti vari, stai ferma sulla sedia. Guarda negli occhi, ispirerai fiducia.
  8. Mai eccedere: non essere logorroico ma evita anche i monosillabi. Qualora tu senti di averne bisogno, aspetta un attimo prima di rispondere. Evita di interrompere l’esaminatore se non strettamente necessario e funzionale al colloquio.
  9. Partecipa attivamente al colloquio e rispondi sempre alle domande in modo più chiaro e completo possibile. Anche qualora siano inaspettate evita atteggiamenti difensivi e tanto meno atteggiamenti aggressivi. Non criticare i tuoi ex datori di lavoro.
  10. Cerca di capire chi hai di fronte, e leggi le sue espressioni. È molti importante non proseguire in un discorso qualora sembri contrariato, ma non trasformati in un adulatore.

Attenzione alle domande che ti vengono fatte al colloquio di lavoro

Ricordati inoltre di fare attenzione alle domande che potresti considerare difficili, come il motivo del tuo licenziamento. Tali domande servono per mettere alla prova la tua onestà, rispondete senza giustificarvi ma esponendo in modo razionale la situazione.

Anche tu puoi porre delle domande pertinenti al lavoro a agli obiettivi dell’azienda, ma cerca di fare attenzione qualora tu voglia domandare dello stipendio. Attendi la fine del colloquio, e se si tratta di un colloquio meramente conoscitivo evita. Infine evitate di chiedere immediatamente com’è andata, aspettate che vi richiamino.
Sono solo alcuni piccoli e concreti consigli su come affrontare un colloquio di lavoro per far una buona impressione e per capire realmente per quale posizione ti sta candidando, ma in questo caso l’esperienza è la miglior consigliera. Raccontaci la tua!

Leave A Reply

Your email address will not be published.