100 anni di bellezza in 1 minuto

Capelli e make-up dicono moltissimo della persona che siamo, ma non si può di certo affermare che dipendano solo dalla personalità di noi donne.

Un ruolo di primo ordine nella scelta e nelle trasformazioni di trucco e parrucco è attribuibile alla moda, che cambia e si reinventa in continuazione.

All’inizio del ‘900 i capelli si usavano infatti abbastanza lunghi ed ondulati, e fu proprio in quegli anni che venne inventata in Germania il sistema di ondulazione permanente.

La rivoluzione dei capelli iniziò dopo la prima guerra mondiale, dove si incominciarono ad usare anche i capelli corti (ovviamente non al di sotto del lobo delle orecchie).

Acconciature e make up negli anni 20

Nel decennio che va dal 1920 al 1930 fu inventato il primo asciugacapelli manuale, anche se molto pesante e poiché fatto di acciaio e zinco.

Nel decennio seguente le acconciature divennero più naturali, i capelli si portavano lunghi fino al collo e divenne di moda il biondo platino.

Dopo la seconda guerra mondiale le acconciature si trasformarono: più aperte e liberali come Marilyn Monroe e Gina Lollobrigida.

Negli anni 50 imperano i ricci scolpiti, l’utilizzo della veletta, lo chignon a banana. Ma abbiamo anche un ritorno agli anni 20, con le onde morbide e voluminose.

Negli anni 60 le acconciature sono invece accomunate dalla cotonatura all’attaccatura del capo, e dall’utilizzo di fascia e cerchietto.

Per non parlare degli anni 70, sciolti, lunghi, un po’ wild ma sempre e comunque in piega, alla Farrah Fawcett.

Acconciature e make up negli anni 80

Gli anni 80 furono invece caratterizzati da capigliature punk, cotonate, colorate, aggressive, come li portava la icona di stile Madonna. Il decennio successivo vide invece il ritorno alla naturalezza, liscio e riccio che sia, salvo l’uso frequente di piastre e ferri per capelli.

100-anni-bellezza-1-minuto
100 anni di bellezza in 1 minuto

Per non parlare del trucco. Nel 1909 nacquero le prime grandi case cosmetiche, fra cui L’Orèal e Elisabeth Arden, seguiti da Estèe Lauder.

Gli anni venti si caratterizzavano per le labbra ciliegine e gli smoky eyes, le sopracciglia erano sottilissime e un pochino cadenti. Un look davvero molto sensuale che nel tempo si trasformò attraverso l’utilizzo dell’eyeliner per ottenere l’effetto occhi da gatta e il color pesca per la bocca, come Audrey Hepburn.

Negli anni 70 il colore divenne eccessivo, e si portavano lunghe ciglia finte e labbra perlescenti. Questa tendenza al colore fu enfatizzata nel secolo successivo, tanto che si utilizzò molto il viola, il fuxia e il verde.

Negli anni 90, così come per i capelli, si tornò ad un look semplice, naturale, un effetto bone mine improntato al nude look.
Dal 900 al 2010 in un minuto, un video simpatico e geniale che mostra gli innumerevoli cambiamenti dal 900 ad oggi nel look delle donne, dal make up alle acconciature.

Leave A Reply

Your email address will not be published.