Stress come riconoscerlo e combatterlo, sintomi e rimedi.

Di fretta, tutto di fretta ormai. La sveglia presto che, quando suona, partono nella tua testa una sfilza di parole ed epiteti indicibili rivolti non sai neanche tu a chi. E via con le giornate da maratonete: che tu sia giovane, studente, lavoratrice, moglie, madre, il discorso non cambia. Questo, quello, quell’altro, e ancora e ancora, senza fermarsi un minuto, comportandoci come automi in gonnella.

E li, in agguato, lo stress, che altro non è che la risposta psicofisica ad una quantità di compiti percepiti come eccessivi.

Si distinguono propriamente tre fasi: di allarme, di resistenza, e di esaurimento. In questa fase cadono le nostre difese e compaiono i sintomi, sia fisici sia emotivi.

Stress Acuto e Stress Cronico

Lo stress si considera acuto se si verifica una volta e in un lasso di tempo limitato, mentre lo stress cronico è di durata più lunga. Oltre alla durata lo stress si distingue anche sul campo della natura. Vi è l’Eustress, che ci regala vitalità, e il distress, il quale può portare ad un abbassamento delle difese immunitarie.

Combattere lo stress da lavoro

Vi è poi lo stress lavoro correlato, ovvero la percezione di squilibrio che avverte un lavoratore quando le richieste nell’ambito lavorativo eccedono le capacità individuali, e lo stress ossidativo.

Quest’ultimo è una condizione patologica causata dalla rottura dell’equilibrio fisiologico fra la produzione e l’eliminazione dei sistemi di difesa antiossidanti.

Da cosa è provocato lo stress?

Eventi, sia piacevoli che non; cause fisiche, cause ambientali, etc…

E quali sono i sintomi? Si distinguono i sintomi fisici da quelli comportamentali, quelli emozionali e quelli cognitivi. I primi sono, ad esempio, mal di testa, dolori allo stomaco, problemi del sonno. I secondi sono costituiti da comportamenti come l’abbuffarsi compulsivo, l’utilizzo di alcolici, il digrignare i denti. I sintomi emozionali possono essere invece il pianto, l’ansia, la rabbia, l’infelicità.

Gli ultimi sintomi, quelli cognitivi, possono riguardare la perdita di memoria, di creatività, la difficoltà nel prendere delle decisioni o di pensare in maniera chiara.

Vi sono anche veri e propri disturbi psicologici legati allo stress, come il disturbo post traumatico da stress, i disturbi psicosomatici, la depressione, l’ansia, disturbi dell’alimentazione.

Come affrontare e superare lo stress?

Ricordati di controllare gli impulsi, e scegli se agire o meno solo in base al tuo stato emotivo. Cerca di focalizzare ciò che desideri veramente in un dato momento e decidi cosa fare solo in base a questo. Non soffocare le tue emozioni, ma rendile tue alleate. Impara a tollerare il fastidio e il disagio, ascoltale e scegli come comportarti di conseguenza.

Da cosa è provocato lo stress?
Da cosa è provocato lo stress?

Guarda le cose sempre da prospettive diverse, e guardale come se fossero passati pochi mesi o dieci anni. Potrai trarne la lezione di vita giusta per affrontare la situazione nel presente.

Accettare le cose spesso richiede un grande coraggio più che rassegnazione, atteggiamento distruttivo. Se puoi cambiare qualcosa cambialo. Il tempo, un grandissimo alleato. Utilizzalo a tuo favore, anche attraverso le emozioni negative. Queste fluiscono, cambiano, ma non durano per sempre. E va bene anche non avere tutte le risposte, non sempre è possibile averle e non sempre è necessario.

Prenditi cura di te. Prenditi i tuoi spazi, seppur piccoli, fai ciò che ti piace fare, o che ti rilassa. Ma fallo regolarmente, non è tempo sprecato.

Questo è il tempo che ti permette di mantenere il tuo equilibrio psicofisico, ti permette di affrontare tutte le difficoltà che ti capiteranno giorno dopo giorno. Un bagno rilassante, un buon libro, una corsa, un film con le amiche.
Fallo rientrare fra le tue priorità!

Ironia, ironia, ironia. Perché se non si può ridere di tutto, si può sdrammatizzare spesso e volentieri, e affrontare le difficoltà con un sorriso, una battuta, può decisamente influire sullo stress. Ridi, delle cose e di te stesso. Trova il lato comico delle situazioni.

Smettila di voler avere ragione a tutti i costi. Forse potrà placarti per pochi minuti, ma chiediti se vale sempre la pena puntare i piedi. Vuoi risolvere una situazione o vincere semplicemente una battaglia?

Ritorna alle origini. Cosa significa? Cerca maggiore contatto con la natura. La domenica in campagna, al mare, in montagna. Una scampagnata, una passeggiata, quanto basta per tornare a sentirsi in pace, serene, rilassate.

Dormi quanto basta, e migliora la qualità del tuo sonno.

Sfrutta nel caso tecniche di rilassamento: iscriviti ad un corso di yoga o di meditazione.
La tecnologia, limitala. Smettila di attaccarti in continuazione a pc, smartphone, tablets e vari.
Parla, racconta, ascolta. Ogni volta che prendi in mano il cellulare pensaci: stai scegliendo tu a cosa dedicare il tuo tempo. Segui un’alimentazione sana e cerca di fornire al tuo corpo tutte le sostanze nutritive di cui necessita. A tal proposito consulta la sezione alimentazione. Respira, profondamente. Quando sei stressato infatti il tuo corpo è sempre meno ossigenato e ciò incide anche sulla tua capacità di pensare.

Leave A Reply

Your email address will not be published.